Home » SEO » Ottimizzazione SEO: cos’è e come funziona.

Ottimizzazione SEO: cos’è e come funziona.

Sai cos’è l’Ottimizzazione SEO di un sito web e come quest’attività migliora il suo posizionamento SEO su Google?

Infatti questo tipo di attività, se eseguita coerentemente con le linee guida indicate da Google, influenza, in positivo le tue performance di business legate alla rete.

Forse non hai una piena conoscenza di cos’è l’ottimizzazione Seo e, magari, ti stai chiedendo se siano attività che puoi svolgere autonomamente.

Bene, con questo articolo cercherò di risolvere dubbi e curiosità affinché tu possa decidere con consapevolezza se procedere in autonomia o rivolgerti ad un professionista.

In questo articolo scoprirai:

  • Cosa significa l’ottimizzazione SEO e cos’è;
  • Quale sia il contesto in cui tale attività vengono svolte;
  • Per quali o quale motore di ricerca conviene ottimizzare;
  • Quali sono i fattori che concorrono a determinare il posizionamento nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca;
  • e altro ancora….

Sommario:

OTTIMIZZAZIONE SEO COS’E’ E COSA SIGNIFICA

SEO è l’acronimo di “search engine optimization” cioè ottimizzazione dei motori di ricerca.

Di fatto è quell’insieme di attività e tecniche utilizzate per ottenere del traffico “gratuito” dalla pagina dei risultati di ricerca. Ovvero traffico di tipo organico, dai motori di ricerca.

In altre parole, l’ottimizzazione SEO di un sito web consiste nell’applicazione di un design, di contenuti opportunamente costruiti e di scelte tecnologicamente adeguate. Il tutto allo scopo di renderlo più attraente per i motori di ricerca.

L’obiettivo è dunque perseguire un posizionamento SEO tale che le singole pagine web vengano visualizzate nella prima pagina dei risultati del motore di ricerca. La seconda già sarebbe penalizzante.

La concorrenza è enorme e, di conseguenza, raggiungere la prima pagina di Google non è un percorso sempre semplice e fattibile nel breve periodo. Ma NON impossibile.

IL CONTESTO DELL’OTTIMIZZAZIONE SEO

Adesso che sai che cos’è l’ottimizzazione SEO possiamo passare al contesto.

Per comprendere appieno le logiche alla base delle attività di ottimizzazione SEO di un sito web finalizzate a posizionare le nostre pagine web nei risultati dei motori di ricerca, dobbiamo capire il business di questi ultimi.

Il business dei motori di ricerca si basa sul servizio che viene offerto ai loro utenti.

I motori di ricerca forniscono risultati, nello specifico una serie di pagine web, di alta qualità e rilevanti per ciò che il ricercatore sta cercando.

Per capire e comprendere di cosa tratta il tuo sito, i motori di ricerca ne scansionano le pagine al pari di quanto fanno con quello dei tuoi concorrenti.

In tal modo sono in grado di fornire i risultati più pertinenti in relazione alla parola o frase chiave utilizzate dall’utente.

Ora però, durante la scansione del sito, i motori cercheranno di capire anche quanto sia facile navigarlo e leggerlo. Utilizzeranno, poi, questi fattori come ulteriori termini di paragone e premieranno i siti di facile utilizzo.

Di fatto, per una corretta ottimizzazione SEO, dovrai essere più bravo degli altri nel creare contenuti di qualità.

I contenuti di qualità sono quelli capaci di intercettare il search intent degli utenti, ovvero ciò che digitano nella casella di ricerca del motore.

Inoltre, dovrai sviluppare un’interfaccia utente che ne soddisfi l’esperienza di navigazione.

“Ogni giorno miliardi di persone effettuano ricerche sul web. Quindi un immenso traffico di persone cercano prodotti e servizi con l’intento di pagare per queste cose. È anche noto che queste ricerche hanno intenti commerciali. Infatti, queste persone, con la loro ricerca, indicano chiaramente che vogliono acquistare qualcosa che offri”

PER QUALE MOTORE DI RICERCA OTTIMIZZARE?​

Google non è l’unico motore di ricerca esistente, ma è quello usato dal 90% degli utenti di internet nel mondo.

Utilizza un algoritmo (in continua evoluzione), la cui denominazione è cambiata nel tempo di pari passi con la sua evoluzione (Panda, Penguin, Hummingbird, Pigeon, Mobilegeddon, Google Bert)

Un algoritmo è una serie di istruzioni il cui scopo è quello di raggiungere un risultato specifico o risolvere un problema.

Quando noi facciamo una ricerca, facciamo una query. E il motore risponde elencando una serie di pagine che trattano l’argomento ricercato, ordinate per il numero di Rank che gli ha assegnato.

Il punteggio viene assegnato in relazione a come il sito web soddisfa i requisiti utilizzati come fattori di Ranking dal motore di ricerca.

L’ottimizzazione SEO, dunque, ha lo scopo di soddisfare i fattori utilizzati da uno specifico motore di ricerca.

Se devi scegliere quale motore privilegiare per migliorare il posizionamento del tuo sito non esitare, Google non ha rivali.

Classifica dei motori di ricerca più utilizzati per comprendere quale riferimento utilizzare per l'ottimizzazione seo di un sito web
Google è il motore di ricerca largamente più utilizzato al mondo.
Per questa ragione le attività di Ottimizzazione SEO di un sito web devono essere orientate a rispettare i fattori di ranking che la stessa Google indica e sottopone a frequente revisione.
Tieni presente che, comunque, la maggior parte delle regole valgono anche per gli altri motori.

GOOGLE: FATTORI DI RANKING PER IL POSIZIONAMENTO SEO

Stai cominciando a comprendere cos’è l’ottimizzazione SEO?

Spero di SI, ma c’è dell’altro!

Premetto che Google non ha mai dato ne mai darà l’esatto algoritmo utilizzato per classificare i siti.

Tuttavia, da indiscrezioni scientemente rilasciate, sappiamo che sono circa 200 i fattori che influenzano le classifiche della pagina dei risultati dei motori di ricerca (SERP).

Su questi fattori bisogna lavorare per fare in modo che la pagina web abbia un rank alto e quindi un posizionamento tra i primi risultati.

Teni presente che alcuni fattori hanno un peso notevolmente superiore rispetto ad altri.

I fattori di ranking possono essere on-page (direttamente sulle pagine del sito) che off-page (esterne al sito). Di conseguenza le attività di ottimizzazione SEO sono sia interne che esterne al sito.

Giusto per fare alcuni esempi di fattori di ranking

  • il modo con cui le persone interagiscono con il sito; ad esempio, se trovano le informazioni di cui hanno bisogno, se rimangono sul sito o se, invece, “rimbalzano” velocemente sulla pagina di ricerca facendo clic su un altro link;
  • La velocità di caricamento del sito;
  • La leggibilità e la qualità dei contenuti;
  • L’ottimizzazione dei contenuti in funzione della “key phrases” (esistono vere e proprie regole che prendono in considerazione i sottotitoli, gli attributi delle immagini). Puoi provare ad utilizzare uno strumento gratuito come Ubersuggest per verificare se la frase chiave che hai in mente ha un livello di competitività tale da generare traffico gratuito verso il tuo sito. Esistono anche strumenti a pagamento molto più performanti come SeoZoom e Semrush;
  • I Backlink cioè i link verso il nostro sito presenti in altri siti, che per Google rappresentano una sorta di raccomandazione. In questo caso parliamo di “link building”;
  • Ottimizzazione strutturale del sito (non deve avere errori di codice, link rotti etc.)
L'ottimizzazione SEO del tuo sito web deve soddisfare gli elementi di ranking indicati nella tavola
Tavola Periodica dei fattori di Ranking SEO Fonte: Search Engine Land

– ATTENZIONE!

Il fatto che Google utilizza circa 200 elementi per valutare una pagina web ci deve far riflettere su quanto e quale lavoro ci sia dietro un sito le cui pagine web sono state costruite per ottenere un posizionamento SEO importante nei risultati per ricerche pertinenti al proprio contenuto.

Per questa ragione diffida da chi ti promette il paradiso con pochi spiccioli.

Al giorno d’oggi tutti sanno realizzare un sito web, molti meno sono in grado di realizzarlo in modo professionale ed orientati al web marketing.

Meno ancora sanno sviluppare ed applicare una vera e propria strategia di digital marketing rispetto alla quale orientare con contezza e competenza tutte le attività di ottimizzazione Seo on-ste ed off-site indispensabili per raggiungere la prima pagina di Google.

Avere contezza di cos’è l’ottimizzazione SEO è la condizione essenziale per poterla applicare al proprio sito web.

L’OTTIMIZZAZIONE DEL TUO SITO WEB IN SETTE PASSAGGI

Come hai visto sono circa 200 i fattori di Ranking di cui bisognerebbe occuparsi per rendere il tuo sito autorevole agli occhi di Google.

Di fatto è quasi impossibile rispettarli tutti, richiederebbe un investimento decisamente importante in termini di risorse umane ed economiche.

D’altra parte, non simo a conoscenza del del vero peso che Google riconosce ai fattori di cui sopra.

Sicuramente conosciamo, però, quali sono i più importanti, quelli che dobbiamo sicuramente curare se vogliamo cercare di rendere il sito monetizzabile.

1. ANALISI DEL SITO

La base di partenza è caratterizzante. Il contesto è diverso a seconda se possiedi già un sito o devi realizzarne uno ex novo.

Posti gli obiettivi di business e definita la strategia di Digital Marketing per raggiungerli, nel primo caso abbiamo la necessità di capire cosa già funziona e cosa, eventualmente, dobbiamo modificare o realizzare. Nel secondo possiamo sviluppare ciò che sarà necessario in modo decisamente più pulito.

Questo non significa che se possiedi già un sito la sua ottimizzazione SEO non sia perseguibile, tutt’altro.

In questo caso siamo obbligati ad una attenta analisi del sito esistente per capire, a titolo di esempio assolutamente non esaustivo:

  • Il traffico che ha e sta generando, da quali fonti proviene, in particolare quello organico e per quali frasi chiave;
  • quali fra le pagine web hanno contenuti coerenti con la strategia di marketing definita;
  • con quali parole o frasi chiave, e se siano competitive o meno, le pagine web sono indicizzate;
  • le prestazioni in termini di velocità;
  • se la navigazione, desktop o mobile, risulta gradevole a livello di utente;
  • l’effettiva leggibilità dei contenuti;

e molto altro ancora….

Ti chiederò di avere le credenziali per accedere al back end del tuo sito ed alla Search console di Google, dove potrò recuperare molte tra le informazioni utili allo scopo.

Hai già un Sito Web?
scopri se e come intervenire per migliorarlo.
Richiedi il tuo Report SEO avanzato gratuito

2. REQUISITI DEI CLIENTI

Se lo scopo è quello di vendere è indispensabile sapere chi è il cliente.

Solo avendo contezza di chi è il cliente è possibile definire un’offerta personalizzata e determinare quali attività, o tecniche di marketing, rappresentano le soluzioni più coerenti con il profilo individuato.

Di fatto lo scopo è quello di individuare quelli che, in gergo tecnico, vengono definiti come “Buyers Personas”, capire quali siano i loro comportamenti, le loro aspettative ed i loro bisogni.

Un contenuto di qualità è un contenuto che risolve un bisogno dell’utente.

I contenuti di qualità sono fondamentali in chiave di ottimizzazione SEO. La qualità di un contenuto è determinante per posizionarlo tra i primi risultati dei motori di ricerca.

I bisogni delle Personas, che si traducono nelle loro ricerche sul web, devono essere intercettati e risolti attraverso i contenuti del sito.

L’interfaccia grafica del sito dovrà consentire un’esperienza di navigazione gradevole (“User eXperience”) al potenziale cliente e quindi stimolarlo a non lasciare il nostro sito per un altro.

3. RICERCA DELLE PAROLE CHIAVE

Come sai le parole e frasi chiave sono utilizzate dagli utenti nelle loro ricerche sul web e influiscono su ogni altra attività della SEO.

I contenuti delle pagine web, come dei post, devono essere costruiti tenendo conto di quale sia l’intento degli utenti e, di conseguenza, di ciò che viene editato nei campi di ricerca dei vari motori.

Il processo di ricerca delle parole chiave è, quindi, fondamentale per ottimizzare i contenuti attorno a tali termini e classificarli per questi nei motori di ricerca.

Individuare parole e frasi chiave coerenti e vincenti è un processo che tiene in considerazione aspetti di opportunità, fattibilità economica e creatività.

Una parola chiave potrebbe generare un traffico molto elevato, ma avere una competitività tale che non ci consentirà mai di raggiungere la prima pagina dei risultati di ricerca organica e quindi attirare traffico.

Viceversa, un’altra parola potrà generare meno traffico ma avendo una competitività più bassa può attirarlo con più facilità e quindi essere più indicata in ottica di ottimizzazione Seo.

4. CONTENUTI E COPYWRITING

I contenuti devono essere di qualità, scritti bene capaci di intercettare, come già precedentemente indicato, l’intento di ricerca dell’utente.

Google premia questo tipo di contenuti e garantisce un posizionamento SEO migliore rispetto a quelli di scarsa qualità.

Qualora tu abbia l’esigenza di avere un supporto nella creazione di contenuti posso contribuire:

  • nella definizione di un piano editoriale coerente con la strategia di Digital Marketing definita;
  • allo sviluppo testuale dei contenuti con accorgimenti SEO e pubblicazione;
  • rivisitando contenuti forniti applicando accorgimenti SEO.

5. OTTIMIZZAZIONE SEO DEL SITO WEB

Sono diversi gli interventi tecnologici e non che possono essere eseguiti.

Di seguito elenco alcuni controlli basilari:

  • eventuali errori delle pagine Web che hanno influenzano negativamente sulle classifiche dei motori di ricerca e quindi il loro posizionamento SEO;
  • verifica esistenza di problemi di indicizzazione delle pagine web;
  • errori di ortografia, impostazioni di sicurezza, contenuti duplicati;
  • link interni al sito Web;
  • performance ed errori di codice che limitano la velocità di caricamento delle pagine web del sito;

6. OTTIMIZZAZIONE SEO E INDICIZZAZIONE DELLE PAGINE WEB

Le pagine web di un sito devono essere conosciute dal motore di ricerca, cioè indicizzate. Senza indicizzazione qualsiasi attività di ottimizzazione SEO è ininfluente e, conseguentemente, il posizionamento SEO desiderato resterà una mera chimera.

Una volta indicizzate il motore di ricerca scansiona periodicamente le pagine web leggendone i contenuti e classificandole.

È buona norma indicizzare le pagine di un sito alla sua pubblicazione e, periodicamente, in caso di modifica o pubblicazione di nuovi contenuti.

In quest’ultimo caso si forzerà un’operazione che Google avrebbe comunque fatto a distanza di settimane o mesi.

Una tempistica, questa, che potrebbe essere controproducente in quanto il passaggio di Google potrebbe avvenire quando oramai il contenuto della pagina o dell’articolo è obsoleto. Basti penare alle vendite promozionali.

L’autorevolezza di un sito è data anche dal numero di link esterni che riceve.

Avere un link presso un altro sito che reindirizza verso il nostro (backlink) equivale a ricevere una sorta di raccomandazione.

La raccomandazione ha tanto più valore quanto il sito ci raccomanda è a sua volta autorevole e pertinente con gli argomenti del nostro sito.

Non tutte le raccomandazioni sono positive e per questa ragione bisogna costantemente verificare la tipologia dei link che riceviamo.

In chiave di ottimizzazione SEO esiste un vero e proprio processo di acquisizione di raccomandazioni, purtroppo anche costoso, che risponde al nome di Link Building.

La link building è uno dei fattori più importanti, se non il più importante in assoluto, per la determinazione del numero di Rank da parte di Google.

Tanto più backlinkautorevoli avrà la tua pagina web tanto più il suo posizionamento SEO ne gioverà

Bene! se sei arrivato a questo punto della lettura vuol dire che sono riuscito a catturare il tuo interesse, ed a darti qualche informazione più puntuale su cos’è l’ottimizzazione SEO

Articoli correlati:

Lascia un commento